Dojocronache: i soldi del marziano e una carta natalizia danzante

Nonno Matematica

E’ vero,  la  matematica può renderci molto felici.
Visto che alla fine dei due dojo –MathPlayers e  Scratcher –  del 14 novembre 2015, il risultato è stata l’allegria dei ninja partecipanti, che riponevano i loro computer, si alzavano dai tavoli di lavoro del Bic Lazio contenti, ma con una domanda negli occhietti vispi : “Abbiamo proprio finito? Quando, la prossima volta?”.  Con quell’energia inesauribile di chi ha fatto qualcosa con passione, si è sentito libero, ha ricevuto quel prendersi cura per essere veramente accolto, con i propri ritmi personali, talvolta con timidezza o più estroversione, ma tutti con la propria creatività. Ma andiamo alle dojocronache.
Laboratorio MathPlayers
Cominciamo con una novità, un nuovo mentor, Giovanni nonno matematico, cintura nera di giochi matematici, lui stesso si definisce “nell’ultima vita, quella che si prolunga nel presente: nonno matematico o nonno informatico”. In realtà è un accademico che ha incontrato persone eccezionali, e che ha formato moltissimi docenti di matematica, è arrivato nel nostro CoderDojo per proporre ai bambini un laboratorio in continua evoluzione di “matematica felice”.
Ha sfidato sin dall’inizio la loro curiosità: ma cos’è la matematica felice? Si chiedevano.
La risposta era sul tavolo di lavoro imbandito, in una delle sale accoglienti del Bic Lazio, giochi colorati, di forme sconosciute il cui uso è rimasto solo per qualche istante misterioso, carta, plastica, scatole dai coperchi decorati, molto promettenti.
Quel banchetto di strumenti creativi è stato abbandonato temporaneamente per cominciare un gioco.
Per terra, nove bambini in tre squadre, con nonno matematico che ha cominciato a raccontare una storia. “Sapete, un marziano mi ha lasciato questo sacco pieno di soldi, ovviamente sono i soldi che usano dalle sue parti, ma io devo contarli ho bisogno del vostro aiuto”. Il sacco era pesante e se fossero stati soldi di carta il CoderDojo sarebbe diventato milionario!
Invece era danaro fatto di plastica colorata, rettangoli, quadrati, triangoli, tutti bucati.

2015-11-14 10.22.4920151114_112019
Ogni rettangolo rappresenta un numero. Un sacco pieno di questi strani soldi, che a dire di Giovanni valgono molto a casa del marziano. Dargli una mano era il minimo. Così le tre squadre di volenterosi hanno cominciato a metterli in ordine per pezzatura, da uno. Un quadratino con un buco, sino a un rettangolo con nove buchi.
Ma non sarebbe meglio fare un giochino per contarli tutti insieme?! Ha proposto Nonno matematico. Tigri, lepri e leoni, così si sono auto battezzati i team dei ninja, hanno fatto a gara, anche a occhi chiusi, per cercare le forme adatte a coprire una tavoletta / portafoglio. Il portafoglio del marziano, ma quanto è grande!
Ogni tanto il gioco si fermava e i bambini dovevano rispondere a una domanda: quanti soldi (buchi) avete raccolto e messo in ordine? I più impazienti hanno cominciato a contarli a uno a uno, e lì il mentor Giovanni ha messo una regola: chi conta a uno a uno avrà una penalità. Come si può contare più velocemente? Le tigri hanno guardato la loro scacchiera, quanti pezzi da 9, quanti da 6, o da 3 o da 5? Sono fiorite le moltiplicazioni o le addizioni, e la conta è diventata facile, divertente e dinamica.
Tutte le squadre hanno completato il loro gioco, e con quei rettangoli, aiutati dai pirulini, adesso, con il danaro del marziano si poteva costruire anche una città. Sulla tavoletta si sono alzati dei piani, delle case, delle verande, negozi, mercati e villaggi con camini fumanti.  Quanti posti letto, quante strutture coperte? Le risposte erano giuste, il mentor Giovanni contento e fiero, e i bambini/ progettisti e costruttori, soddisfatti e a loro agio.
Il laboratorio del mentor Giovanni ha centrato il suo obiettivo:” riconoscimento immediato multisensoriale e calcolo mentale rapido, parte del progetto Numicon“.
I ninja sono riusciti con successo: certo non hanno creduto alla storia dei soldi del marziano, ma quella trovata di poter far case e giochi con danaro extraterrestre li ha divertiti e stimolati.
Dopo la merenda tutti intorno al tavolo a giocare con Tangram, tante forme da comporre. Sono state suggerite delle applicazioni su iPad e dei siti per trovare modelli di problemi da risolvere.
I bambini hanno composto delle figure Tangram adatte a essere sovrapposte a uno sfondo fotografico in vista di una animazione da realizzare nei prossimi incontri. Ognuno ha potuto realizzare il proprio Tangram con cinque piegature di un foglio A4 e se lo è portato a casa. Qualche giorno dopo sono arrivati racconti dei genitori, che sono stati sottoposti a loro volta a casa a severe sessioni di Tangram, con il modello di carta e il programma sul web. Pare se la siano cavata così e così, mentre i ninja della matematica felice attendono la nuova sessione con impazienza.
Per il racconto del laboratorio Scratcher mi affido al preciso resoconto del mentor Gianluigi.  Anche in questo caso una novità, la mentor Severina, per la prima volta ha  guidato il tutorial, che ha fatto da guida ai bambini nel disegnare e animare sul video del proprio computer un maxi biglietto di auguri natalizi per mamma e papà.
Gli schermi si sono velocemente colorati di rossi accesi, di gialli sfacciati, di foglie e decorazioni in tutte le sfumature del verde, e la carta natalizia, alla fine, ha danzato, cantato, creato animazioni piene di fantasia.
” I bambini – racconta mentor Gianluigi tutti neofiti, al dojo nel Bic Lazio per la prima volta, molto contenti, non hanno lesinato generosità e gratitudine scrivendo nel foglietto dei feedback, quanto si sono divertiti assieme a noi mentor”.

Grazie, alla prossima!

Mentor Loredana @loliva2011
20151114_115435 (1)
20151114_112019

20151114_113020

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...